Molte sono, in Umbria, le pur Preziose Riflessioni fra Partiti (Elezioni Regionali) ma, alla Fine, “Decidono gli Elettori” che si Orientano, per Oltre il 50% dei Voti, sul Candidato Presidente. Questo, ancor di più, nelle Liste-Coalizioni Civiche.

Perugia, 11 Luglio 2019. A decidere chi sarà il presidente della Regione Umbria saranno gli elettori. Come sempre e come giusto. Ogni proposta di candidatura, da parte dei partiti, è legittima (e molto preziosa in democrazia) ma, alla fine, quando si tratta di sindaci o presidenti di regioni (con elezione diretta), è il “nome del candidato sindaco o presidente” che “catalizza” una parte rilevante del voto d’opinione. Questo vale, ancora di più, per le liste o le coalizioni civiche.
Peraltro a livello locale, comuni e regioni (soprattutto piccole), il voto è “molto diverso da quello politico” (elezioni nazionali-europee) e oltre il 50% dei voti espressi si orienta, spesso, solo sul nome dei candidati sindaci o presidenti di regioni. Per questo le sole “riflessioni fra partiti” (anche se plasmano i titoli della comunicazione) non sono, a livello locale, esaustive e, non raramente, vengono “capovolte” dagli elettori. È ciò che potrebbe accadere in Umbria, nel 2019, anche per i fatti e le situazioni di incertezza, che si stanno determinando, in generale.
In ultimo il cambiamento, spesso invocato. È positivo se è accompagnato da migliore capacità di fare e libertà di scegliere merito e meglio, nella prospettiva di una nuova valorizzazione civile. Altrimenti “rischia” di essere “solo” sostituzione di un potere con un altro potere. Oggi, come la sociologia insegna, le “stagioni della politica” sono brevi e più che le “tendenze del momento” rimangono i “fatti e valori concreti” che le persone, nelle realtà locali, sanno costruire e fanno crescere.
Claudio Ricci.

La Corte dei Conti (Procura Regionale) parifica il Bilancio 2018 della Regione Umbria. Permangono, peró, difficoltà sulle società partecipate e viene auspicato, dalla Corte dei Conti, “contenimento della spesa, risparmio e rigore”.

Perugia, 10 Luglio 2019. La Corte dei Conti Regionale, nel giudizio ”collaborativo”, ha parificato il bilancio 2018. “Difficoltà permangono” sulle società partecipate (si cita Umbria TPL Mobilità e Gepafin) che devono essere “razionalizzate”. “Contenimento della spesa, risparmio e rigore” è quanto chiede, la Corte dei Conti, per il futuro dell’Ente Regionale. Lo “squilibrio finale” è di 25 milioni €.
537 Milioni € è il debito complessivo della Regione (a nostro avviso da “ristrutturare-ridurre”).
Le posizioni organizzative, mini dirigenti, sono troppe rispetto al totale del personale (27%, circa 1 su 3 dipendenti). La spesa sanitaria è “attestata” al 71% del bilancio ma emergono “obiettivi poco chiari” (delle direzioni sanitarie USL1/2 e Aziende ospedaliere Perugia/Terni) e definiti con tempi non adeguati. Maggiori controlli si chiedono sulla “qualità della sanità” (da far valutare a “controllori esterni”). Gli acquisti centralizzati in sanità salgono al 64% (“distante” dalla totalità).
In ultimo la Corte dei Conti rileva “eccessivi costi della politica”, come strutture di supporto, anche della Presidenza della Regione.
Claudio Ricci.

Nel Tempo dello Sblocca Cantieri la Ricostruzione (Sisma 2016 in 4 Regioni) appare Lenta. Tre Priorità: Più Risorse Certe per Cassa, Più Semplificazione in Deroga alle Normative e Più Fondi per lo Sviluppo Economico nelle zone Terremotate Centro Italia.

Perugia, 8 Luglio 2019. Nel tempo di “sblocca cantieri” (nome della recente norma) la ricostruzione, nelle quattro regioni del centro Italia, è “visibilmente lenta” (tale osservazione arriva da ogni ambito e in modo tecnico).
Piccolo consiglio: meno parole, convegni e visite alle zone terremotate e più fatti reali. Tre “cose da fare”: più risorse certe “per cassa” (dati Ragioneria dello Stato 2018: 1.6 Miliardi € per cassa, utilizzabili, sui 23 Miliardi € necessari); fare una legge “coraggiosa” (con “sezione speciale” del codice degli appalti) per semplificare molto di più (in deroga a tutte le norme) e spostare più poteri ai livelli locali (Comuni e Regioni); finanziare (con un 20%, in più, rispetto alle risorse per la ricostruzione) il PSV Piano Sviluppo della Valnerina (e delle altre zone terremotate nelle quattro Regioni) per “sostenere la ripresa socio-economica con la ricostruzione” (a partire dalle infrastrutture di trasporto necessarie).
Per essere, ricostruzione e infrastrutture, un “motore dello sviluppo” italiano servono: risorse adeguate e maggiore semplificazione.
Claudio Ricci.

Perugia, 6 Luglio 2019. Elezioni Umbria, Ricci Presidente con Tre Liste Civiche. 500 Proposte, 5 Linee Guida, 25 Incontri Svolti (200 Persone ad Evento). Promozione in Atto, Entro Agosto i Candidati Consiglieri, il 19 Settembre (ore 20) Conviviale a Villa Verde Assisi Rivotorto.

Perugia, 6 Luglio 2019. Una cammino organizzativo di 4 anni (si lavorerà per la preparazione tutta l’estate). 25 gli Incontri regionali e di formazione svolti (150-200 persone ad evento). Oltre 500 proposte per l’Umbria (visibili su italiacivica.info), 5 linee guida: amministrare bene, sviluppare lavoro, muoversi veloce, innovare l’ambiente e curare umanizzando.
L’11 maggio 2019 (con la partenza delle vele mobili) l’avvio della campagna elettorale. Tre liste civiche: Ricci Presidente, Italia Civica e Proposta Umbria. Dalla scorsa settimana la pubblicità sui quotidiani e in agosto la campagna manifesti “grandi” in tutta Umbria. La “macchina elettorale è in moto”, dalla prossima settimana (sino ad agosto) la “prima definizione delle liste” e giovedì 19 settembre (ore 20, Hotel Villa Verde in Rivotorto d’Assisi, uscita SS75) conviviale insieme verso il Governo della Regione per “cambiare con capacità di fare, competenza e la libertà di scegliere sempre il merito e il meglio per l’Umbria”.
Saremo, questo l’obiettivo, la prima Regione d’Italia ad essere governata da sole liste civico-civili.
Claudio Ricci (candidato presidente della Regione).

Dare Conto del Lavoro in Consiglio Regionale è un Dovere Verso i Cittadini. Claudio Ricci: Fatti 500 atti di Proposte per l’Umbria, 100% di Presenze in Aula, 27.000 € Restituiti, 15 Incontri Tematici (200 Persone ad Evento) e 10 di Formazione Politica.

Perugia, 29 Giugno 2019. Dare conto del lavoro svolto è un “dovere verso i cittadini”. Sin dalla seduta iniziale, nel giugno 2015, della X Legislatura (2015-2019), ho dichiarato che avrei fatto una opposizione “incisiva ma sempre propositiva”.
Sono stati, infatti, 500 gli atti presentati (interrogazioni, mozioni e disegni di legge) includenti progetti per l’Umbria (verificabili nel Sito Internet del Consiglio Regionale e in quello del gruppo regionale www.italiacivica.info). Le tematiche sono sintetizzate in 5 punti: amministrare bene, sviluppare lavoro, muoversi veloce, innovare ambiente, curare umanizzando (saranno queste le “linee guida” per la prossima Giunta Regionale).
Ho garantito il 100% di presenze in Consiglio Regionale e nella “seconda” Commissione a cui ero assegnato (con ampie partecipazioni in tutte le altre commissioni anche “speciali e tematiche”). Ogni atto principale, discusso in Consiglio o Commissione, è stato, nella quasi totalità, oggetto di un mio intervento in aula (come sempre riportato dall’apprezzabile lavoro dell’ufficio stampa e televisivo multimediale). Per diffondere gli atti elaborati e attivare adeguate fasi partecipative sono stati promossi 15 incontri tematici (200 persone ad evento) e 10 incontri di formazione politico-istituzionale. Sino a quando è stata costituto il gruppo regionale “Ricci Presidente” (due anni e mezzo circa) ho ottenuto un risparmio di 27.000 € restituiti alla Regione e quindi ai cittadini (documentati nella parifica della Corte dei Conti).
Come noto (dal gennaio 2018) mi ricandiderò alla Presidenza della Regione Umbria con Tre liste civiche: Ricci Presidente, Italia Civica e Proposta Umbria (la proposizione elettorale è già cominciata dal maggio 2019 con l’avvio promozionale).
Un ampio ringraziamento, per qualità e professionalità della collaborazione assicurata, a quanti hanno lavorato nel Gruppo Regionale ”Ricci Presidente-Italia Civica”, al personale degli Uffici del Consiglio e della Giunta della Regione e ai colleghi Consiglieri Regionali.
Claudio Ricci

SASE (Gestione Aeroporto Umbria), un Anno di Proroga del Consiglio: Bastava sino a Dicembre quando ci sarà la Nuova Giunta Regionale. La Regione deve Investire 3 Milioni € in Più, all’Anno, per Raddoppiare i Passeggeri.

Perugia, 27 Giugno 2019. Aeroporto dell’Umbria SASE (Società di Gestione) resterà in carica ancora un anno. Sarebbe stato opportuno “solo sino a dicembre”: proclamazione nuovi eletti, dopo le elezioni regionali a novembre 2019.
La nuova Giunta Regionale avrà, quindi, dei “vincoli” e non potrà decidere subito!
Nel 2018 lo scalo ha perduto il 10% dei passeggeri. È necessario che la Regione investa almeno 3 milioni € in più, all’anno, per nuove linee aree (con compagnie, Low Cost, che vendono
anche i “prodotti turisti”). Obiettivo raddoppiare i movimenti passeggeri sino ad almeno 450.000 all’anno.
Occorre, anche per le nuove linee aeree, utilizzare i fondi europei per lo sviluppo (FESR) come fanno altre regioni d’Europa.
Inoltre, oltre a realizzare i raddoppi ferroviari Spoleto-Terni e Foligno-Terontola, bisogna programmare la stazione (a media alta velocità) all’aeroporto.
Claudio Ricci

Perugia, 15 Giugno 2019. Nuovo Incontro (Molto Frequentato) di Formazione per Candidati Consiglieri Regionali Liste: Ricci Presidente, Italia Civica e Proposta Umbria. Il 29 Giugno (Perugia, Palazzo Cesaroni 10.30) Conferenza Stampa sulle Attivita Svolte e la Campagna Elettorale.

Perugia, 15 Giugno 2019. Ulteriore incontro, in mattinata (Foto, oggi), di formazione per i “pre candidati” Consiglieri Regionali della coalizione “noi per nuova Umbria” liste: Ricci Presidente, Italia Civica e Proposta Umbria (verso le elezioni regionali).
Occorre cambiare ma con la capacità di fare (anche per le esperienze passate) e la libertà di scegliere il merito. Per questo la conoscenza tecnico-amministrativa è fondamentale. Negli ultimi 4 anni sono state molte le iniziative “partecipative e di formazione”. 15 Incontri tematici (con oltre 200 persone ad evento) e 10 incontri “interni di reciproca formazione” (come oggi).
Ora entra nella fase incisiva la campagna elettorale (iniziata l’11 maggio scorso con la partenza delle vele mobili) e sabato 29 Giugno in Regione (Palazzo Cesaroni, ore 10.30) è convocata una conferenza stampa di presentazione delle attività svolte in Regione (X Legislatura 2015-2019) e delle linee guida della campagna elettorale. Obiettivo essere la prima Regione italiana governata da liste civiche.
Claudio Ricci.

Rapporto della Banca d’Italia sull’Economia dell’Umbria nel 2018: l’Offerta di Lavoro Cala del -1.4% e la Regione sta “Soffrendo e Galleggiando”. Nel Turismo si torma a Creacere ma meno che in Italia. I Crediti alle Imprese sono Diminuiti del 3%.

Perugia, 12 Giugno 2019. Rapporto della banca d’Italia sull’economia dell’Umbria. Nel 2018 l’offerta di lavoro è diminuita del -1.4% e la Regione sta “soffrendo nella fase di ripresa attuale, galleggiando” (citazione). Il valore aggiunto è sceso, negli ultimi 10 anni, del 14.6% (molto più della media del centro e italiana).
La produzione industriale rallenta e le imprese faticano ad “agganciare le ripresa”. L’export cresce del +8.7% (per l’incisività del comparto siderurgico). Debole recupero dell’edilizia che, però, negli ultimi 10 anni ha perduto, come valore aggiunto, oltre il 30%. I flussi turistici sono tornati, nel 2018, a crescere (compensando il calo del 2016) ma “non al livello della media italiana”.
I prestiti alle imprese sono diminuiti di quasi il 3% (più della media italiana). Le famiglie sono più ottimiste anche se la “crescita del reddito è modesta”: il livello di povertà assoluta è del 9.3% rispetto al 6.9% della media italiana.
Claudio Ricci.

La Coalizione Ricci Presidente, Italia Civica e Proposta Umbria Promuove la Formazione per Candidati Consiglieri. Dopo Oggi il Prossimo Sabato 15 Giugno, ore 10, Perugia Park Hotel. Oltre 90 i “Pre Candidati”. Umbria Prima Regione Governata dal Civismo.

Perugia, 1 Giugno 2019. L’Umbria sarà la prima regione italiana governata da una coalizione civica. Noi per la nuova Umbria con tre liste: Ricci Presidente, Italia Civica e Proposta Umbria. Dopo 15 incontri regionali tematici (200 delegati, in media, ad evento e la partenza della vele mobili l’11 maggio scorso), 500 proposte depositate per l’Umbria (in 5 linee guida) ora iniziano gli incontri di formazione per i candidati Consiglieri regionali.
All’incontro di oggi presenti molti “pre candidati” (già oltre 90 quelli che hanno dato una disponibilità), il prossimo di formazione è previsto Sabato 15 Giugno, ore 10, Perugia Park Hotel.
Le settimane successive saranno dedicate alla prima definizione delle liste con l’avvio dei “piccoli incontri” nel territorio regionale.
Cambiare con la capacità di fare e la libertà, oltre ogni condizionamento politico, di scegliere il merito e il meglio per l’Umbria. La struttura organizzativa è già pronta e sta già operando verso le elezioni previste a ottobre.
Claudio Ricci
(Consigliere Regionale).

Sciolto, dopo le Dimissioni del Presidente della Regione (a seguito delle Inchieste sulla Sanità), il Consiglio Regionale in Umbria. Claudio Ricci: da Posizioni Diverse il Confronto è Stato Corretto. Depositati 500 Atti-Proposte (www.italiacivica.info).

Perugia, 28 Maggio 2019. In mattinata, “preso atto” delle dimissioni definitive (a seguito delle inchieste sulla sanità) del Presidente della Regione si è sciolto il Consiglio Regionale dell’Umbria (X Legislatura). Ora, sino a proclamazione dei nuovi eletti, si procederà solo per gli “atti ordinari”. Le commissioni speciali, Antimafia e Statuto, avranno 10 giorni per consegnare le relazioni conclusive.
Per quanto mi attiene, nei ruoli di portavoce e presidente di gruppo, sono stato presente in tutti i consigli regionali (con interventi in quasi ogni atto) e a tutte le sedute di II commissione (a cui ero assegnato) con ampia partecipazione anche a tutte le altre commissioni.
Sono stati 500 gli atti, di proposte per l’Umbria, depositati in Consiglio (vedi www.italiacivica.info).
Pur nella “diversità di idee e proposte” c’è stato sempre un “confronto incisivo ma istituzionalmente corretto” e, per questo, ringrazio il Presidente del Consiglio, il Presidente della Giunta, gli Assessori, tutti i colleghi Consiglieri Regionali nonché il personale che ha seguito i lavori con “ampio impegno e professionalità”.
Ora, dopo l’avvio l’11 maggio scorso (evento per la comunicazione delle “vele mobili”), continua la campagna elettorale (verso le elezioni di novembre) con le Liste Ricci Presidente, Italia Civica e Proposta Umbria (Sabato 1 e 15 Giugno, dalle 10 alle 13, sono previsti due incontri di formazione per Candidati Consiglieri al Park Hotel in Perugia Ponte S. Giovanni).
Claudio Ricci.