Licenziementi del Gruppo Colussi a Petrignano d’Assisi, Claudio Ricci: la Regione Intervenga per Tutelare i Posti di Lavoro.

Perugia, 11 Ottobre 2017. Il Gruppo Colussi ha dichiarato, recentemente, l’attivazione della procedura di licenziamento collettivo ai sensi della Legge 223/91 per 125 lavoratori dello stabilimento di Petrignano d’Assisi di cui 115 operai,  5 impiegati e 5 impiegati addetti della So.Ge.Sti.
In assonanza con le componenti sindacali, afferenti agli stabilimenti di Petrignano, Tavarnelle e Fossano, si ritiene necessario attivarsi, nei confronti del Gruppo Colussi, per trovare soluzioni possibili che evitino ulteriori perdite di posti di lavoro in Umbria.
In una “interrogazione” urgente, presentata in Consiglio Regionale, si chiede alla Giunta Regionale quali azioni si intendono intraprendete, anche nel quadro nazionale (MISE, Ministero dello Sviluppo Economico) per evitare la perdita di 125 posti di lavoro, nello stabilimento di Petrignano d’Assisi, soprattutto in questo momento di crisi aziendali regionali.
Inoltre si domanda quali strategie, di sviluppo economico del territorio, si pensa di attivare in Umbria nel breve periodo, visti i parametri negativi anche recenti: meno 3000 posti di lavoro (secondo ISTAT, Istituto Nazionale di Statistica) nel secondo trimestre 2017 (15.000 posti di lavoro da recuperare, dall’inizio della crisi); meno 2000 € di PIL, Prodotto Interno Lordo, Pro Capite, rispetto alla media nazionale (dall’inizio della crisi); crescita della povertà in Umbria sino ad un valore prossimo al 12% dei residenti nella Regione (che colpisce oltre 30.000 famiglie in Umbria).
Claudio Ricci
(Consigliere Regionale).