La SASE (Gestione Aeroporto dell’Umbria) Sapeva, dal Giugno 2017, che Fly Volare Non Aveva le Autorizzazioni, Claudio Ricci: Perché Furono Erogati 500.000 €?

Perugia, 31 Dicembre 2017. Nel giugno 2017 la SASE (gestione aeroporto dell’Umbria) ha firmato un accordo con Blu Jet – Fly Volare ma era noto che la “compagnia” non aveva le autorizzazioni per svolgere i servizi. Infatti il contratto “concedeva” 90 giorni di tempo per acquisirle.
Già all’inizio di agosto 2017 l’ENAC (Ente Nazionale Aeroporti Civili), dopo la conferenza stampa di presentazione (dovevano essere attivate 9 nuove linee aree e basato a Perugia un aeromobile), aveva diffidato Blu Jet – Fly Volare il cui presidente è stato oggi arrestato (dalla Guardia di Finanza di Modena).
Coma mai dopo tutto quello che era accaduto (da agosto a novembre), e dopo che a tutti era chiara la “poca consistenza” delle proposte di Blu Jet – Fly Volare, si è voluto “perpetrare” un nuovo contratto che differisce, all’aprile 2018, la restituzione di 250.000 € malgrado non sono, a oggi, state ancora ottenute le autorizzazioni?
Ho segnalato, come noto e doveroso, tutti gli atti alla Procura della Repubblica di Perugia e alla Corte dei Conti (Procura Regionale). Ora dopo gli arresti della Guardia di Finanza di Modena (del presidente di Blu Jet – Fly Volare) auspico che ogni aspetto sia chiarito. Saremo vigili nel quadro delle funzioni di controllo assegnate.
(Foto, TGR Umbria RAI).
Claudio Ricci
(Consigliere Regionale).