Arresti Fly Volare che Doveva Sviluppare l’Aeroporto dell’Umbria, Claudio Ricci: Interrogazione in Consiglio, Audizione e Accesso agli Atti.

Perugia, 2 Gennaio 2018. Il 30 Dicembre 2017 è stato arrestato, come da comunicati informativi, dalla Guardia di Finanza di Modena, il Presidente di Blu Jet – Fly Volare che aveva sottoscritto, con SASE (gestione aeroporto), un contratto per lo sviluppo di 9 linee aree e il basamento di un aeromobile all’aeroporto dell’Umbria (conferenza stampa del 31 luglio 2017). Nessun servizio è stato svolto.
Al momento della firma del contatto (giugno 2017) Blu Jet – Fly Volare non era in possesso di nessuna delle 2 autorizzazioni necessarie (come da diffida dell’ENAC, Ente Nazionale Aeroporti Civili, d’inizio agosto 2017) ma, comunque, è stata erogata da parte di SASE una “anticipazione” di 500.000 €. Tale cifra solo in parte, il 50%, è stata “recuperata” con un secondo contratto di proroga (definito nel dicembre 2017) per sviluppare i servizi entro l’aprile 2018.
In una “interrogazione urgente”, presentata in Consilgio Regionale, si domanda alla Giunta Regionale dell’Umbria:
– Se la SASE, come nelle determinazioni del secondo contratto con Blu Jet – Fly Volare, ha recuperato i 250.000 € quale parte, del 50%, di quanto “anticipato”.
– Come mai dopo quanto avvenuto, le diffide ENAC e le mancate autorizzazioni acquisite da Blu Jet – Fly Volare, nel dicembre 2017 si è voluto “insistere” con un nuovo contratto quando, invece, si sarebbero dovuto “revocare ogni rapporto” e agire con “determinazione”, contro Blu Jet – Fly Volare, anche attivandosi in danno e segnalando i fatti “chiaramente incongruenti” alle autorità competenti.
– Quali sono, dopo l’arresto del presidente di Blu Jet – Fly Volare, le determinazioni della Giunta Regionale nei riguardi della SASE, attraverso Sviluppumbria, e se, per l’intera vicenda, ci si attiverà a tutela dell’immagine della Regione Umbria.
Oltre all’interrogazione (con i contenuti riportati) è stata richiesta (alla Commissione Controllo e alla II Commissione Consiliare) una audizione urgente della SASE e dell’Assessore con delega ai trasporti. Inoltre è stato fatto “accesso agli atti” per acquisire tutti i documenti (inclusi quelli del Collegio Revisori dei Conti) del “secondo contratto” fra SASE / Blu Jet – Fly Volare (stipulato, di recente, nel dicembre 2017).
Ora la situazione è “molto seria” e si auspica la “massima sollecitudine” per chiarire ogni dettaglio.
Stiamo parlando di risorse pubbliche e di una struttura fondamentale per l’Umbria.
È a nostro avviso anche necessario “cristallizzare gli atti” (con revoca) per bloccarli e impedire che producano altri affetti.
Claudio Ricci
(Consigliere Regionale).