Il Bacio Perugina è un Valore Storico per Perugia e l’Umbria, Claudio Ricci: se la Nestlé non ci Crede più Tutto sia Rilevato da una Public Company Umbra.

Perugia, 13 Febbraio 2018. Di nuovo problemi alla Perugina di San Sisto per un “accordo in itinere” ritenuto, giustamente dai lavoratori, non tutelante di tutte le persone e che non assicura una reale prospettiva di sviluppo dell’impresa. Promesse “virtuali”, molte parole e pochi fatti. Ora, passato il momento della mediazione, è il tempo dell’azione, di un segnale forte, come l’occupazione a tempo indeterminato “giorno e notte”, per sollecitare, con una azione plateale, il Governo e tutti coloro che possono “dare una svolta” a questa situazione insostenibile.
Personalmente non credo più alla Nestlé, troppo grande per considerare strategico un marchio per loro “troppo locale”. Invece, con il Bacio Perugina (e i prodotti affini), ormai un simbolo internazionale di amore (pace e dialogo) si potrebbe attivare una strategia di sviluppo economico e, nello stesso tempo, promuovere turisticamente l’Umbria.
Nella nostra regione, a mio avviso, ci sono “diversi imprenditori” (molto importanti e in settori affini) che, insieme all’Ente Regione Umbria, alcuni Comuni a partire da Perugia, lavoratori e cittadini, potrebbero attivare una Public Company (per cortesia non dite che non si può fare visto che ci sono, in Italia e all’Estero, esempi di ogni tipo!) per rilevare tutto prima che sia “troppo tardi”. Agire adesso e subito: la Perugina è un valore storico per Perugia e tutta l’Umbria.
Claudio Ricci
(Consigliere Regionale).