Evitare l’Utilizzo dei Simboli Religiosi a Fini Politici, Claudio Ricci: Intervenga, in modo Incisivo, la Conferenza Episcopale a Tutela.

Perugia, 25 Febbraio 2018. Per qualche voto in più non si può arrivare ne al populismo “strumentale” e ne, tantomeno, all’utilizzo improprio dei simboli religiosi. I simboli sono aspetti connessi alla nostra interiorità e identità, meritano sempre rispetto.
Utilizzare Rosario, Vangelo o quanto altro, a fini politici elettorali (in modo “improprio”), non è opportuno in quanto tutto ciò appartiene alla storia più intima, e alla sensibilità, di ciascuno di noi a cui va ampio rispetto. Auspico una “forte e incisiva” presa di posizione, sul punto, della Conferenza Episcopale Italiana a tutela di tutti.
Una “scivolata” inopportuna segno di una campagna elettorale ormai alla deriva rispetto a ciò che invece si dovrebbe fare: “solo proposte serie e realizzabili” nel rispetto di ogni posizione e, anche, ogni simbolo sacro che merita tutela ben oltre il nostro pensiero e le elezioni. Dopo il 4 marzo ci sarà molto da ricostruire (con tutte le macerie che si stanno creando) con senso “civico e civile” solo per l’Italia.
Claudio Ricci
(Consigliere Regionale).