L’Umbria, in un Solo Anno, ha Perduto 4.300 Posti di Lavoro. In Italia sono i dati Peggiori con il Molise. Claudio Ricci: Serve un Piano e Più Risorse per lo Sviluppo.

Perugia, 29 Marzo 2018. L’Umbria, secondo i dati di Mediacom043 (DataJournalism economia di Giuseppe Castellini) ha perduto in un solo anno (dal 2016 al 2017) 4.300 posti di lavoro (aumento dei disoccupati). La disoccupazione in Umbria sale all’11.4%. Tutte le regioni italiane mostrano un miglioramento tranne l’Umbria e il Molise dove ancora il lavoro cala.
Negli ultimi 10 anni l’Umbria in totale, secondo i recenti dati ISTAT, ha perduto circa 15.000 posti di lavoro e la situazione è, ormai, oggettivamente complessa.
Con urgenza occorre un piano operativo per coordinare, su poche azioni incisive di sviluppo, le risorse dell’Unione Europea. Inoltre, eliminando spechi e inefficienze, bisogna destinare, da parte della Regione Umbria, 50 milioni € in più, all’anno, da dedicare per lo sviluppo delle imprese che investono, si riqualificano e attivano nuovi posti di lavoro.
Claudio Ricci
(Consigliere Regionale).