Dicotomie e Contrati nell’Ufficio di Presidenza del Consiglio Regionale dell’Umbria, Claudio Ricci: é un Organo Gestione e Non Politico serve una Verifica Urgente.

Perugia, 30 Marzo 2018.
L’ Ufficio di Presidenza dell’Assemblea Legislativa, come ebbi a ricordare in Aula durante il rinnovo delle cariche (a gennaio 2018), non é un “organo politico” ma una struttura “monocratica” (é composto da tre Consiglieri che devono collaborare in piena sintonia) gestionale del Consiglio Regionale tesa a mettere, ogni Consigliere, nella migliore situazione possibile per esprimere le proprie tutte legittime posizioni politiche.
Da mesi che notiamo, distonie e dicotomie, fra componenti dell’Ufficio di Presidenza, nonché sin anche un utilizzo politico di questo organo che, invece, per Legge, deve essere “strettamente gestionale” ed anzi teso a “dirimere conflitti e non alimentarli”. Addirittura “creare distonie” (anche Stampa) in merito ad una “delicatissima vicenda” come il personale del Consiglio Regionale mi appare (senza entrare nelle diverse posizioni) improprio e molto preoccupante oltre “indelicato” nei confronti del personale regionale.
Credo che il Consiglio Regionale tutto debba, in tempi rapidi e urgenti, pretendere una verifica per capire se l’attuale assetto dell’Ufficio di Presidenza risponda ancora ai requisiti, e alle modalità istituzionali, richieste per una così importante Istituzione Legislativa regionale.
Claudio Ricci
(Consigliere Regionale)