Molte le Parole “Pre Estive” ma I Fatti Altri. Claudio Ricci: Sono l’Unico Consigliere Regionale in Umbria Senza Incarichi e che ha Restituito (con i Risparmi) 28.000 €.

Perugia, 22 Aprile 2018.
Potremmo dire, con la leggerezza domenicale del preludio estivo, che in politica ci sono le parole ma poi contano i fatti reali. Inoltre, in questo tempo complesso, il silenzio é d’oro come cita un antico “saggio proverbio” (negli ultimi giorni la fantasia, nel quadro della politica umbra, é stata “molto ampia”).
Mi limito a ricordate che, da molti mesi, sono l’unico Consigliere Regionale a non aver assunto cariche istituzionali, l’unico ad essere ad indennità minima (é già molto ciò che ricevo), a non avere nessun assistente (detti impropriamente “portaborse”), a non avere risorse per il gruppo consiliare (mi è stato tolto per una discrasia normativa che, mi auguro, possa essere corretta) e ho restituito, come risparmi di metà mandato, 28.000 € (bilancio “asseverato” dal Collegio Revisori dei Conti e dalla spettabile Corte dei Conti – sezione regionale).
Sono nella migliore condizione (ovviamente apprezzando e rispettando tutti a partire dai colleghi Consiglieri Regionali) per espletare il mio mandato nella piena libertà di pensiero e azione.
Di altro non mi occupo. Se non delle proposte di cambiamento per l’Umbria (ho presentati ben 400 atti istituzionali) e delle prossime elezioni regionali del 2020 nelle quali mi candiderò a Presidente della Regione Umbria con “solo” tre Liste Civiche.
In questi giorni ho anche “abbandonato il nero e le cravatte” (dopo 53 anni) e spero di essere al servizio dell’Umbria “più a colori”.
Claudio Ricci
(Consigliere Regionale).