Aeroporto dell’Umbria è il Tempo delle Proposte, Claudio Ricci: dagli Anni Novanta è Stato Fatto un Buon Lavoro ora Più Risorse per i Voli e la Stazione Ferroviaria.

Perugia, 10 Giugno 2018. Arriva sempre, anche se le critiche costruttive sono importanti, il tempo di costruire. Arriva anche il tempo di ringraziare coloro che, malgrado i normali problemi, hanno lavorato e lavorano per l’Aeroporto dell’Umbria. Ricordo, in altri ruoli ricoperti in Assisi, l’ampio lavoro di molti in Umbria (Istituzioni, Associazioni di Categorie e Fondazioni), dalla metà degli anni novanta, fatto per sviluppare un “piccolo scalo” in una piccola Regione (cosa molto difficile per flussi di traffico che mai potranno raggiungere quelli delle grandi città italiane).
Le nuove infrastrutture stradali di accesso, la completa riqualificazione con la nuova aerostazione, la concessione per la gestione ventennale, il tanto auspicato e raggiunto pareggio di bilancio: insomma un lavoro importante a cui mi auguro seguirà anche la stazione ferroviaria per la media alta velocità (ora essenziale).
Nel futuro occorre capire, con l’Unione Europea, se e come i fondi strutturali si possono utilizzare per sviluppare, con compagnie Low Cost di “ampia solidità e rete commerciale”, nuove linee aree stabili in modo annuale e con più voli alla settimana (marketing territoriale per un’area vasta). Oltre a questo occorrono più risorse certe (almeno 3 milioni €, all’anno in più, dalla Regione Umbria per arrivare al raddoppio dei passeggeri e, quindi, ai 500.000 passeggeri) al fine di evitare accordi con le piccole e nuove compagnie (che hanno portato a cancellazioni e, spesso, si sono rilevate non affidabili) e possibilmente “basare” (stazionare come base di partenza e arrivo) almeno due aeromobili all’aeroporto (con tutti gli adeguati servizi di assistenza e manutenzione).
Ora inizia il tempo delle proposte concrete nella consapevolezza che l’aeroporto (insieme alle connessioni della media alta velocità ferroviaria fra le città dell’Umbria e l’aeroporto) è il motore economico e turistico della Regione, quindi la priorità.
Un piccolo “spillo” finale: nel “blu dipinto di blu” del cielo vedo sempre i miei articoli post ripensati in altri comunicati stampa (potrei citare la Retrotopia di Zygmunt Bauman): me ne compiaccio in quanto le “buone idee sono sempre quelle condivise”…
Buona Domenica a tutti.
Claudio Ricci
(Consigliere Regionale).