Due Anni dal Sisma nelle Quattro Regioni del Centro Italia, Claudio Ricci Scrive alla Regioneria dello Stato per Sapere Quante Sono le Risorse Certe “Per Cassa” nel 2018.

Perugia, 27 Agosto 2018. Due anni dal sisma nel Centro Italia (coinvolte quattro Regioni fra cui l’Umbria): molte parole, troppi ritardi e poche risorse certe. La priorità per la prossima legge finanziaria 2019, dello Stato italiano, sono le risorse “vere” per la ricostruzione (servono 23 miliardi di euro più un 20% per finanziare lo sviluppo economico, post sisma, dei territori).
Stamattina ho scritto, con accesso agli atti, al ragioniere generale dello Stato per conoscere le risorse certe, e quindi disponibili per cassa”, relative all’anno finanziario 2018. Nella sostanza la cifra “bollinata” per l’anno finanziario 2018 (le risorse “per competenza”, programmate per i prossimi anni, sono “poco più che previsioni”).
È il momento, dopo molte parole, di scoprire le carte. Spero che parlamentari e senatori, eletti nelle quattro regioni colpite del sisma, svolgano una “azione di sollecitazione e controllo” sul quadro post sisma.
Si ribadisce, inoltre, la necessità di modifica del Codice degli Appalti per creare una sezione speciale, in deroga alle normative, al fine di attivarsi con maggiore velocità (su questo, stamattina, è stato depositato un atto di mozione, in Consiglio Regionale, per sollecitare Governo, Parlamento e Senato: dopo due mesi dall’insediamento, e la pausa estiva, ora bisogna dare “risposte concrete” ai cittadini colpiti dal sisma.
Claudio Ricci
(Consigliere Regionale).