A Venticinque Anni dal Restauro della Rete dei Teatri Storici dell’Umbria Promuovere Iniziative Culturali e un Prodotto Turistico per la Visita ai Teatri.

Perugia, 5 Settembre 2018. Sono trascorsi venticinque anni (nel 2018/19), dal restauro della rete dei “teatri storici” dell’Umbria, dotando il territorio regionale di beni culturali con ampio valore storico culturale ed elevate potenzialità sociali nonché legate allo sviluppo di attività turistiche.
Per l’occasione é opportuno pianificare iniziative celebrative e, in generale, progettare un prodotto turistico culturale che preveda l’itinerario nelle città dell’Umbria ove sono collocati i “teatri storici” (a partire dal teatro della Concordia, il più piccolo del mondo).
In una “mozione propositiva”, che sarà proposta nel Consiglio Regionale dell’Umbria, si chiede alla Giunta Regionale di prevedere nel prossimo DEFR (Documento di Economia e Finanza Regionale), nonché negli attuativi strumenti finanziari, adeguate risorse per celebrare, con eventi culturali diffusi, e utilizzando le istituzioni teatrali, musicali e creative dell’Umbria, i venticinque anni del restauro della rete dei “teatri storici” dell’Umbria.
Inoltre si chiede di rafforzare, nei redigenti disegni di legge (o modifiche legislative) in tema di cultura e valorizzazione dei beni culturali, un’attenzione particolare ai “teatri storici” dell’Umbria anche per definire, nel piano triennale previsto dal testo unico in materia di turismo, un prodotto legato all’itinerario nei “teatri storici” della Regione.
Claudio Ricci
(Consigliere Regionale).