Riordino in Umbria dei Servizi di Diagnostica di Laboratorio, Claudio Ricci: nell’Ottomizzare i Servizi e Potenziare le Tecnologie Non Bisogna Depotenziare i Laboratori Analisi in Piccoli Ospedali e Poli Sanitari.

Perugia, 2 Ottobre 2018. La Giunta Regionale (Delibera n. 971 del 10.09.2018), in previsione del nuovo PSR Piano Sanitario Regionale, ha definito un nuovo modello per la rete regionale dei servizi di diagnostica di laboratorio (che determina il 60/70% delle decisioni cliniche).
Il sistema proposto, secondo il modello Hub (grandi poli) e Spoke (piccoli, integrati in rete con i centri Hub, con prevalente attività di prelievo ma non di analisi), ridefinisce il ruolo dei singoli laboratori anche attraverso l’utilizzo di tecnologie informatiche con il fine di “refertare”, in tempo reale, e “personalizzare” le terapie.
In una interrogazione “propositiva”, presentata in Consiglio Regionale, si domanda alla Giunta quali sono i risultati attesi e gli effetti nei servizi, di questo nuovo modello organizzativo, delle attività di diagnostica di laboratorio, nei piccoli ospedali e poli sanitari “locali” (centri Spoke, dove si rischia di depotenziare i laboratori di analisi) e quali modifiche di risorse, anche umane (personale), si determineranno.
Claudio Ricci
(Consigliere Regionale).