Questionario sul Bullismo Omofobico (Emergono Dubbi nelle Scuole). Claudio Ricci: all’Interrrogazione ove chiedo, in modo Pacato, lo “Stato Ricognitivo del Progetto”. Si Risponde con Minacce Facebook. È questione di stile.

Perugia, 7 Dicembre 2018. La vicenda è nota, anche a livello nazionale. A seguito di una Legge Regionale in Umbria è in itinere di somministrazione (ora, si legge, bloccato dal Ministero) un questionario per la prevenzione del “bullismo omofobico” con, sembra, un proselitismo sulle tendenze sessuali (aspetto che è inerente solo al quadro famigliare).
Ho, con parole molto moderate e pacate, attivato, nei miei compiti, una “interrogazione in Consiglio Regionale dell’Umbria” che chiede (testuale) lo “stato ricognitivo del progetto” e inoltre “se il questionario somministrato risponde alle indicazioni del Ministero” (mi sembrano affermazioni “normali”).
Ovviamente nel rispetto di tutte le opinioni, soprattutto quelle critiche e contrarie, non ritengo opportune le gravi minacce Facebook, ricevute, che riporto in integrale: “tu sei un omofobo schifoso. piazzale Loreto è ampia” (incluso anche la citazione fotografica di Facebook, come prova, escludendo, per ovvi motivi, il nome dell’autore). Ovviamente l’episodio mi lascia “indifferente” osservo solo che è “questione di stile” e direi comportamento civile.
Claudio Ricci
(Consigliere Regionale).