Fra le Proprità della Regione Umbria 2019 vi Dovrebbe Essere la Razionalizzazione delle Società Partecipate. Claudio Rcci: erano 57 nel 2016 e oggi 11 entrano nel Bilancio Consolidato. Ridurre tutte le Inefficienze.

Perugia, 2 Gennaio 2019. Anno nuovo, problemi antichi. Nel 2016 un rapporto della Corte dei Conti rilevava ben 57 società ove la Regione Umbria aveva una quota di partecipazione (fra dirette e indirette). Negli ultimi anni vi sono state delle dismissioni. Negli strumenti finanziari della Regione 11 di queste, le principali, entrano ora nel “bilancio consolidato”.
L’Assessore con delega aveva, già nel 2017 in Consiglio Regionale, annunciato un “piano di riordino” delle società partecipate. Rimaniamo in attesa ritenendolo un “atto qualificante” della X Legislatura (2015-2020).
Peraltro la necessità di “ridurre sprechi e inefficienze” dipende anche dagli accorpamenti, dalla riorganizzazione e dal saper scegliere, con il criterio del merito, i dirigenti più appropriati per gestire le società partecipate e ottenere i migliori risultati.
Claudio Ricci
(Consigliere Regionale).