Centro Speranza di Fratta Todina (PG), Trasporto dei Bambini Disabili che Sarebbe a Carico delle Famiglie. Claudio Ricci: Ringrazio l’Assessore Luca Barberini che, sul Tema, ha Delineato, in Consiglio Regionale, una Soluzione.

Perugia, 15 Gennaio 2019.
Nel Consiglio Regionale dell’Umbria, di oggi, si è discusso (su una mia interrogazione) dei servizi trasporto per coloro che sono assistiti dal Centro Speranza di Fratta Todina (svolge azioni “preziose” per il benessere psicofisico e sostegni per bambini e adulti disabili).
Erano emersi dei problemi, afferenti ai servizi sociali dei comuni di Marsciano, Todi, Collazzone, Deruta e Massa Martana. Tale situazione “peserebbe sulle famiglie”, già gravate da ampi problemi, con oneri annuali molto ampi (ben oltre i 500 €, come minimo, e in relazione agli Indicatori sulla Situazione Economica Equivalente – ISEE) che, solo parzialmente, sarebbero “risarciti” dai Comuni.
L’assessore con delega, Luca Barberini, che “ringrazio ampiamente per la disponibilità dimostrata al fine di trovare una possibile soluzione” (non facile per aspetti tecnici ma possibile attraverso i sostegni alle zone sociali e con le risorse dedicate ai servizi socio sanitari) al fine, mi auguro, di “sgravare le famiglie da ogni costo per i trasporti dei bambini disabili”.
In conclusione cito che la soluzione del problema determinerebbe un qualità dei servizi e anche una azione dovuta, direi “etica”, nei confronti delle famiglie già gravate da molti problemi di gestione.
Claudio Ricci
(Consigliere Regionale).