Rischi di Depotenziamento, Segnalati dal Quadro Socio Sindacale, all’Ospedale di Terni (50.000 Accessi al Pronto Soccorso e 15.000 Ricoveri nel 2018). Claudio Ricci: Interrogazione in Consiglio Regionale Umbria per Valorizzare la Struttura.

Perugia, 24 Gennaio 2019. Ambiti socio sindacali (citando i 50.000 accessi al pronto soccorso e i circa 15.000 ricoveri nel 2018) hanno sollecitato una sempre maggiore attenzione all’Azienda Ospedaliera di Terni che svolge un’attività, anche di “alta specializzazione”, nonché attrattiva di pazienti anche extraregionali (afferenti agli ambiti di Viterbo, Rieti e Roma).
Sono messi in rilevo “potenziali” ridimensionamenti, delle “alte specializzazioni”, con la prospettiva di “centralizzarli” presso l’Azienda Ospedaliera di Perugia (innescando, però, anche rischi di una “eccessiva concentrazione operativa”), indicando problemi organizzativi, strutturali (ipotesi di un nuovo ospedale a Terni) e carenze di personale.
Presso il Consiglio Regionale dell’Umbria sarà depositata una “interrogazione positiva” per chiedere, alla Giunta Regionale, lo stato ricognitivo tecnico sanitario, in sintesi (auspicando un approfondimento in III Commissione Consiliare), dell’Azienda Ospedaliera di Terni e quali sono le prospettive, da “implementare e precisare” nel nuovo Piano Sanitario Regionale, per una valorizzazione strutturale, organizzativa, specialistica e legata al personale.
Claudio Ricci
(Consigliere Regionale).