Nel 2026 Saranno 800 Anni dalla Morte di S. Francesco d’Assisi (3 Ottobre 1226). Claudio Ricci: Proporre, al Governo, l’Istituzione di un Comitato Internazione e una Legge per il Sostegno dell’Evento. Sarà Promossa in Regione una Mozione.

Perugia, 5 Febbraio 2019. Nel 2026 si compiono 800 anni dalla morte (“Transito”) di San Francesco d’Assisi (3 ottobre 1226) universalmente legato ai valori di pace, dialogo (fra popoli, culture e religioni) e armonia-amicizia fra uomo e ambiente; dal francescanesimo si erge il “nuovo umanesimo”, per la dignità di ogni persona, e l’arte pittorica europea (con la nascita della prospettiva).
Già nel 1926 (700 anni dalla morte di San Francesco) l’allora Sindaco (Podestà) Arnaldo Fortini riuscì a promuovere (unitamente alle comunità francescane e diocesane), in tale occasione, iniziative, di così ampia rilevanza internazionale, valoriale e culturale (definite dagli storici un “capolavoro”), che fecero “detonare” il turismo in Assisi e Umbria.
In una “mozione propositiva”, che sarà presentata in Consiglio Regionale dell’Umbria, si
impegna la Giunta Regionale, di raccordo con il Comune e la Diocesi di Assisi, nonché la Conferenza Episcopale Umbra e Italiana, affinché venga proposta, al Governo Italiano, la costituzione di un Comitato Internazionale organizzativo, con specifico atto legislativo (Legge), anche correlato alla necessità di attivare adeguate risorse nazionali per l’evento.
Claudio Ricci
(Consigliere Regionale).