Noi Per la “Nuova Umbria”. In Tanti, 200 “Referenti” (nel corso della mattinata), Verso le Elezioni 2020 con Sole Liste Civiche: “Ricci Presidente”, “Italia Civica” e “Proposta Umbria”. Obiettivo: Recuperare i 15.000 Posti di Lavoro Persi e Migliorare i Trasporti.

Perugia, 2 Marzo 2019. Sala gremita, tante persone (oltre la capienza), 200 delegati da tutta l’Umbria verso le elezioni regionali del 2020. La sensazione che “stavolta si vincerà” (dopo il “quasi miracolo” del 2015) con le “liste civiche” (a cui, oggi, si guarda con attenzione).
“Noi Per la Nuova Umbria”, questo il titolo del cammino verso la presidenza della Regione. Cinque punti “cardine”: amministrare bene, sviluppare lavoro, muoversi veloce, innovare l’ambiente e curare umanizzando (è la sintesi delle 500 proposte depositate in Consiglio Regionale dell’Umbria).
Saranno tre le Liste Civiche: “Ricci Presidente”, “Italia Civica” e “Proposta Umbria” (marchi depositati con il documento di sintesi organizzativa e programmatica). Dal 23 Marzo (dalle 10 alle 18, al Park Hotel in Perugia) avvio pre-adesioni a Candidati Consiglieri Regionali.
L’immagine simbolo della giornata un “campo base” ai piedi della montagna da scalare. La parola chiave “nuovo”: altra direzione da percorrere per preparare ciò che oggi non esiste. L’obiettivo “recuperare” i 15.000 posti di lavoro persi, in 10 anni, e togliere l’Umbria dall’isolamento nei trasporti. Per questo eliminare sprechi e inefficienze per avere, in più all’anno, 50 milioni € e gestire meglio le risorse europee attraverso un piano che indichi priorità e misuratori dei risultati.
Il metodo: fare ogni scelta semplificando e cercando il solo il merito e il meglio per la Regione Umbria.
Claudio Ricci
(Consigliere Regionale).