Venticinque Anni dall’Ultimo Restauro del Teatro della Concordia, in Monte Castello di Vibio (Perugia), il “Più Piccolo del Mondo”. Claudio Ricci: un Luogo Unico e dal Valore Culturale Eccezionale, da Scoprire, Fabbrica di Ricordi, Energia e Umanesimo.

Perugia, 27 Marzo 2019. La verità, e il senso dei nostri cammini, si trovano nei piccoli luoghi. Da scoprire, fonti della meraviglia, creatori del nostro ricordo.
Venticinque anni fa, il restauro del teatro della Concordia, il più piccolo del Mondo. Per molti di noi più che un bene culturale. Una fonte di energia a cui attingere speranza, e senso, nei momenti complessi.
Mi sovvengono le immagini del restauro, i primi eventi culturali, lo stupore del “piccolo affrescato” con la platea e i palchi, legati alla storia di Monte Castello di Vibio, che mettevano “in risonanza” parole e suoni.
Un teatro è l’anima di un luogo. Ma questa dev’essere ogni giorno “ricreata con cura”. Allora, solo allora, si sente il tempo che rallenta e la nostra umanità che cresce. Essere comunità lo si impara soprattutto in un “teatro”, il cui nome è, e rimarrà, Concordia.
In questi luoghi, unici ed eccezionali, nulla si misura perché tutto trascende.
Per andarci dobbiamo “metterci in viaggio”, prima sognandolo e poi, piano piano, arrivandoci quasi non volendoci mai arrivare.
Questo deve rimanere il teatro della Concordia, una metà destinata a “pochi” dove anche la prospettiva di crescere, nel numero di visitatori, non dovrà mai “ledere” l’atmosfera immateriale, direi il “profumo della storia”, di un luogo “fabbrica di ricordi”.
I teatri “sul monte” sono destinati ad avere un ruolo “sacro e sublime” nella storia dell’Umanità.
Da sempre sono ambiti di connessione fra Terra e Cielo, spazio e tempo. Abbiatene cura, portateci per mano i giovani nella speranza e consideratelo un dono prezioso per tutti noi.

A venticinque anni del restauro (del teatro della Concordia in Monte Castello di Vibio – Perugia) dedicato a quanti lo pensarono, lo realizzarono, lo curarono e, in particolare, al Sindaco Daniela Brognossi e al Presidente della Società del Teatro della Concordia Edoardo Brenci.
Claudio Ricci
27 Marzo 2019