Dopo il Coronavirus, ricominciare dall’inizio.

Perugia, 25 marzo 2020. Ricominciare dall’inizio. Leggo, in questo periodo, molti consigli su come ricominciare, nel dopo Coronvirus, ogni attività e nel turismo. Mi sembrano suggerimenti utili ma, in un mondo connesso, interrompere è come “rompere” con la necessità di ricostruire tutto dall’inizio.
In sintesi chi, in una attività e nel turismo, aveva un certo numero e tipologia di clienti non potrà pensare che, dopo la ripresa, ritorneranno come in passato perché le abitudini, socio economiche, saranno diverse come se il prima non fosse “quasi” (valutate bene il quasi) mai esistito.
Quindi prepariamoci a ricominciare, da un foglio bianco, immaginando di dover aprire le attività dall’inizio come abbiamo fatto la prima volta. Non dobbiamo, però, temere questo evento (a condizione che il sistema pubblico supporti in modo incisivo, l’economia mondiale, per almeno due anni) in quanto, la pregressa esperienza, ci servirà per evitare errori anche se ne faremo, magari, altri.
É questa una grande innovazione, per il mondo, che avrà un’ampia “potenzialità d’innesco” (anche per chi é giovane o alla prima attività). Nell’antico sviluppo, prima del Coronavirus, le evoluzioni avvenivano con tempi differenti nei diversi luoghi del mondo. Ora, invece, quelli che si sono fermati ricominceranno tutti insieme, a “innesco congiunto”, e ciò determinerà maggiori opportunità per tutti. Speriamo! Foto: archivio personale, tramonto al lago Trasimeno (Perugia).