“Il turismo deve cambiare”, quindi bisogna modificare il Piano 2017-2022.

17 Febbraio 2021. “Il turismo deve cambiare”, questa la frase che, dalle sedi parlamentari, oggi si diffonde. La conseguenza, in itinere di attivazione del “Ministero del turismo con portafoglio”, dovrà essere la modifica del “Piano Strategico del Turismo” 2017-2022 (Foto, tratta dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo). Si riparte dalla “cultura dell’ospitalità” con più risorse per formazione e qualità. “Formazione diffusa” per operatori, residenti, associazioni e scuole perché il turismo é un “sistema integrato territoriale”. Alla formazione si dovrebbe destinare almeno il 15% di quanto investito, in totale, sul turismo (www.claudioricci.info).