Ritornano i turisti stranieri in Italia: nel 2019 vanivano, soprattutto, dalla Germania.

8 agosto 2022. Ritornano gli stranieri in Italia, questa sembra la “tendenza per l’estate 2022”, anche se solo nel 2024 potremo ritornare alle quantità annuali registrate prima della Pandemia. Secondo l’ISTAT, nel 2019, gli arrivi in Italia posero al primo posto la Germania (13 milioni), seguita da Stati Uniti (6 milioni) e Francia (5 milioni). In classifica: Regno Unito, Cina, Svizzera, Austria, Spagna, Paesi Bassi e Russia. L’Italia, fra i “Paesi più visitati del mondo”, risultava (2019) al quinto posto dopo Francia, Spagna, Stati Uniti e Cina. Per i viaggiatori provenienti dalla Germania, l’origine principale, é interessante la graduatoria delle tipicità enogastronomiche assaggiate e che vengono “ricordate di più”. Pasta e i primi piatti svettano con il 40%; antipasti, salumi e formaggi 20%; pesce 12%; pizza 10%; verdure 8%; carne 6%; gelato 4%. Dati su cui riflettere per calibrare bene l’ospitalità, nel nostro paese, per i viaggiatori che arrivano dalla Germania (fotografia tratta dal sito www.italiaatavola.net).

Salone 2022 del turismo nei Siti Patrimonio Mondiale: dal 15 al 17 Settembre a Verona.

6 agosto 2022. Si svolgerà dal 15 al 17 settembre 2022 la XIII^ edizione del WTE (World Tourism Event), salone mondiale del turismo per promuovere i Siti Patrimonio Mondiale. L’evento (promosso da Marketing Consulting), ormai diventato riferimento per il turismo culturale e legato all’armonia fra persone e ambiente, si svolgerà a Verona presso Palazzo della Gran Guardia (Piazza Bra). Una iniziativa di rilevo con spazi di promozione dei Siti, attività di relazione fra luoghi Patrimonio Mondiale, tour operator e operatori nel turismo nonché conferenze tematiche con relatori di ampio rilevo. L’edizione 2022 a Verona é importante perché avviene dopo due anni complessi, a causa del Coronavirus, e nell’anno delle celebrazioni dei 50 anni della “Lista del Patrimonio Mondiale UNESCO” (include 1154 Siti al mondo, 58 in Italia: al primo posto). Nella foto il manifesto: dal sito www.wtevent.it.

Il 67% degli italiani in vacanza, a luglio-agosto 2022, al mare: buona la qualità delle acque.

6 agosto 2022. A luglio e agosto, del 2022, andranno in vacanza 23 milioni di italiani e ben il 67% ha privilegiato mete turistiche balneari. Anche quest’anno il Sistema Nazionale di Protezione dell’Ambiente ha monitorato lo “stato di salute” dei nostri mari e laghi per garantire qualità e benessere dei bagnanti. I risultati sono buoni: su oltre 6.000 chilometri monitorati (e 30.000 campioni prelevati, da mari e laghi) il 95% delle acque costiere italiane è valutato “buono o eccellente”. Belle notizie anche per le “bandiere blu” con le quali si segnalano i Comuni con le migliori spiagge marine e lacustri (FEE, Foundation for Environmental Education). L’elenco delle “bandiere blu” 2022 aumenta di 9 unità (rispetto all’anno 2021) e il riconoscimento è andato a 210 Comuni italiani. Nelle località balneari sono importanti qualità dell’ospitalità, servizi e attività per il tempo libero, ma l’eccellenza delle acque, di mari e laghi, é essenziale per turismo e ambiente (foto da www.basilicatamagazine.it).

Il turismo vale il 6-13% dell’economia italiana: gli stranieri sognano sapori, sole e cultura.

5 agosto 2022. Il turismo rappresenta, per l’Italia, un comparto economico rilevante che, in termini di PIL (Prodotto Interno Lordo), si attesta al 13%. Bisogna, però, rilevare che l’Istat calcola “solo” un 6%, del PIL, sviluppato direttamente dal turismo. Solo con l’indotto la percentuale raddoppia ma computando servizi non esclusivamente turistici come ristorazione e trasporti. Per quanto attiene agli ospiti internazionali arrivati in Italia, o che pensano di farlo (magari “immaginando” il nostro paese), é interessante l’analisi dei motivi. Al primo posto: enogastronomia, bel tempo e clima, città d’arte; seguono: patrimonio artistico culturale, lo stile di vita e il mare; infine: l’accoglienza e lo spirito delle persone, la montagna e l’eccellenza in settori come la moda o il design (fonte: Ministero del turismo, 2021). É bene ponderare, al meglio, questi aspetti per ben pianificare l’offerta e la valorizzazione delle mete turistiche (foto tratta dal sito Internet www.officinaturistica.com).  

La Societá delle Nazioni (1919-46) in digitale: valori a cui ispirarsi per il dialogo fra i popoli.

1 agosto 2022. La Società delle Nazioni é stata la prima organizzazione intergovernativa impegnata a prevenire le guerre con diplomazia e controllo degli armamenti. Fondata con la Conferenza di pace a Parigi, nel 1919, si estingue nel 1946 dopo la seconda guerra mondiale e la nascita, nel 1945, delle Nazioni Unite. Ora il progetto Lontad (per l’accesso digitale) metterà a disposizione l’intero archivio, della Società delle Nazioni, incluso nel “registro della memoria del mondo” con la tutela dell’UNESCO. Il materiale é conservato nella Biblioteca delle Nazioni Unite a Ginevra con mappe, fotografie e documenti per 15 milioni di pagine e un complessivo di 30 milioni di file digitali. Un valore per capire quanto una “casa per la pace” (come le Nazioni Unite) sia preziosa per il dialogo, uno sviluppo armonico e il poter viaggiare per conoscere le diversità culturali (Foto, la Società delle Nazioni nella sua prima riunione del 1920, tratta dal sito Internet www.swissinfo.ch).

Il restauro dell’affresco, sul buono e cattivo governo, sarà visitabile a Siena da ottobre.

1 agosto 2022. “Allegoria ed effetti del buono e del cattivo governo”, é il titolo del noto ciclo di affreschi, di Ambrogio Lorenzetti, nel Palazzo Pubblico di Siena (1338-39). L’opera ispirava le decisioni dei “governatori cittadini” che si riunivano nella Sala del Consiglio dei Nove o della Pace. Il “grandioso affresco” é ora in fase di restauro e il suo cantiere sarà visitabile dal prossimo ottobre. Un inno ai valori del “bene della città che doveva prevalere sulle ambizioni dei singoli”. Come in uno specchio si confrontano il “buono scorrere della vita”, in armonia fra tutte le componenti della società, e “le dimensioni del conflitto”, composte da tante distorsioni. Un messaggio antico, ma anche moderno, che viene descritto, artisticamente, nel pregevole volume (in fotografia la copertina) “Operazione buon governo”, di Gabriella Piccinni (storico), per Einaudi. Come cita il sottotitolo del libro l’affresco é un “laboratorio di comunicazione politica nell’Italia del Trecento” a cui, forse, ispirarsi ancora.             

Il “turismo lento”: un’esperienza, in grande aumento, svolta dal 24% degli italiani.

28 luglio 2022. Il paesaggio italiano, con i tanti piccoli luoghi “cesellati” nel territorio, induce al senso antico del viaggio lento, per ridare tempo al tempo e vivere esperienze interiori. Una tendenza in crescita, vissuta dal 24% degli italiani, con il turismo nei piccoli borghi, l’escursionismo naturalistico e l’enogastronomia. Ben il 43% dei viaggiatori é interessato, in futuro, a questa offerta (fonte Ministero del Turismo). Fra i nati dopo il 1981 (la metà dei turisti italiani) il 94% è sensibile ai viaggi sostenibili e il 40% sceglie “destinazioni poco note (e affollate) per riscoprire autenticità e senso di appartenenza”. Oltre alla via Francigena esiste una rete dei cammini, legati al turismo lento, di oltre 6.600 km. Il cicloturismo è un ulteriore settore in espansione (pensando alle colonnine di ricarica per bici elettriche) e al momento genera, in Italia, un volume economico di 5 Miliardi di Euro, rispetto ai 20 della Germania e ai 40 dell’Unione Europea (fotografia tratta dal sito www.siviaggia.it).

Siti Internet turistici: in attesa del Metaverso puntare su semplicità, chiarezza e velocità.

27 luglio 2022. Stiamo entrando nel Metaverso e cioè un “insieme di spazi virtuali attraversati da Avatar”: le persone “raffigurate” in modo tridimensionale. Questo modificherà la promozione delle attività turistiche anche se già, nel lontano 2006, l’esperienza di Second Life aveva anticipato il Metaverso. In attesa é bene che si rivalutino gli antichi insegnamenti su come impostare un Sito Internet turistico, collegato ai Social Network. Citiamo il libro di Leonardo Idili e Lucia Siliprandi, “Il marketing degli operatori turistici” (FrancoAngeli, Milano 2002). Un’era geologica fa, per Internet, ma gia emergeva che: “chiarezza grafica, facilità di utilizzo, rapidità e semplicità di prenotazione” avevano un peso di oltre il 50%, rispetto all’efficacia ottimale. Bene le informazioni, le storie emozionali, i prodotti su misura, con prezzi variabili, l’arte del gusto (enogastronomia), gli eventi e molto altro. Ma se il Sito Internet non é “semplice, chiaro e veloce”, e non si adatta bene ad ogni oggetto multimediale, non porta ai risultati attesi. Non scordiamoci, inoltre, delle lingue: con “solo” italiano e inglese si copre solo il 50% del “mondo Internet”. Un Sito, inoltre, é come un’automobile: bisogna tenerlo sempre aggiornato (in buona manutenzione) e promuoverlo, per farlo conoscere ai potenziali clienti, con adeguate risorse e strumentazioni informatiche.                          

Vacanze estive per una famiglia: gli aumenti, rispetto al 2021, sono del +17% (circa).

25 luglio 2022. Molti italiani andranno in vacanza anche se i prezzi, per l’estate 2022, aumentano. Un italiano su due farà un viaggio e nove su dieci resteranno in Italia. Gli aumenti, cita Il Sole 24 Ore, per una famiglia di quattro persone durante una vacanza di sette giorni al mare, sono del +17%, rispetto al 2021; in montagna l’aumento é del +8%. In crescita del +6% anche il costo delle crociere. Diminuisce invece, del -10%, il costo dei trasporti ferroviari. Negli alberghi i prezzi aumentano del +8% (almeno, ma con incrementi superiori) e i servizi, negli stabilenti balneari (il classico ombrellone), del +10%. Aumenta la domanda di villaggi turistici e agriturismi; i tanti attenti al “buon gusto” (enogastronomia) vogliono: visitare i luoghi di produzione delle tipicità (55%), acquistare i prodotti locali (20%), visitare manifestazioni, sagre, frequentare scuole di cucine e ristoranti tipici (25%). Foto tratta dal sito www.direttanews.it

Turismo estivo 2022 in Italia: segnali positivi, uno su due vuole strutture “all’aria aperta”.

24 luglio 2022. Un italiano su due ha programmato, per l’estate 2022, un viaggio privilegiando strutture ricettive “all’aria aperta”: il 20% in villaggi turistici o agriturismi. Puglia, Toscana e Sardegna sono ai primi posti della domanda turistica. A giugno le camere d’albergo vendute sono aumentate del +26%, rispetto al 2021, in particolare nelle città d’arte. Si conferma il ritorno, in parte, dei tradizionali visitatori stranieri che cercano “piccoli borghi, località di mare e montagna ma, soprattutto, enogastronomia”. La stima, per l’estate 2022, è di tornare ai visitatori esteri del 2019 (prima della Pandemia) anche se, su base annuale, solo nel 2024-25 si potranno recuperare tutte le quote di turismo perdute. Sul piano delle risorse umane si teme che non si riuscirà a trovare il 40% dei quasi 400 mila lavoratori necessari per la stagione estiva. La fotografia, e i dati, sono tratti dal sito www.ansa.it.