Geopolitica dei vaccini e turismo: la normalità nel 2024/25.

Perugia, 17 novembre 2021. La “geopolitica dei vaccini” sarà determinate per traguardare il probabile tempo, anche nelle attività di viaggio e quindi correlate al turismo, per tornare ad una armonizzazione simile al 2019 (prima del Coronavirus). Di interesse é lo studio svolto da ISPI (Istituto per gli Studi di Politica Internazionale) che ha analizzato (riportiamo, dal loro sito, la mappa elaborata da Economist Intelligence Unit) dove la “previsione di conclusione della vaccinazione nei singoli paesi” (nel divenire del numero e modalità di somministrare le dosi) é molto eterogenea. Queste diversità indurranno una instabilità sanitaria, e quindi economica, almeno sino al 2023. Ciò consiglia, nel turismo, prudenza nelle previsioni, e quindi negli investimenti, sino al 2024/25 auspicando che le politiche degli Stati attivino adeguanti sostegni e investimenti per la qualificazione dell’offerta ricettiva e dei servizi nell’industria dell’ospitalità che, in Italia, occupa un addetto su dieci.