Il Ministero della Cultura da propulsione alla candidatura della via Appia a Sito UNESCO.

10 maggio 2022. La via Appia era una strada romana (sino a Brindisi, con rotte verso Grecia e Oriente) ben considerata la “regina delle strade” (fu realizzata nel IV-III secolo a.C.). Unisce territori con un patrimonio culturale, archeologico e paesaggistico di eccezionale valore (nell’ambito dei cammini europei). Il Ministero della Cultura (cita la Commissione Nazionale Italiana UNESCO) sta dando propulsione alla candidatura della via Appia, come Patrimonio Mondiale UNESCO (come “Sito seriale”), coinvolgendo 74 comuni, 15 parchi, 12 città, 4 regioni, 25 università. La via Appia già era, dal 2006, nella lista dei candidati ufficiali (sono 31 in Italia e 1737 nel mondo). La via Appia é la prima concepita come “strada publica”: un modello per il sistema viario romano composto da oltre 120.000 km di strade. La Candidatura é strategica per “raccordare”, nel Piano di Gestione (strumento di tutela e valorizzazione richiesto dall’UNESCO), i molti soggetti pubblici coinvolti. Foto da www.artslife.com.