Il turismo italiano guarda con fiducia all’estate 2022 ma manca il 40% del personale.

13 maggio 2022. Il turismo italiano traguarda il 2022 in modo positivo, malgrado le complessità, ma si ritrova “senza personale adeguato”. Soprattutto per il periodo di maggio-luglio mancherebbero 400.000 unità (circa), come cita Unioncamere e Anpal. Manca il personale di ricevimento, cuochi, camerieri e “operatori” in bar e ristoranti. In generale non si trovano 4 profili su 10. Il dato fa riflettere sulla necessità di investire, di più, in formazione a tutti i livelli: dagli operativi ai dirigenti per aziende e localitá turistiche. Inoltre emergono, con priorità, gli ambiti fra turismo e sostenibilità, a partire delle energie rinnovabili. Le capacità fotovoltaiche ed eoliche nell’Unione Europa dovranno raddoppiare entro il 2025 e triplicare nel 2030 per raggiungere, in dieci anni, il 45% del “consumo elettrico”. Chi promuoverà soggiorni turistici che ampio utilizzo di fonti rinnovabili avrà, se questo aspetto sarà ben comunicato ai clienti, un ampio “vantaggio competitivo” (Foto da www.wired.it).